Messina – Un’importante occasione di unione e di partecipazione tra il personale dell’ Aeronautica Militare e tutti i cittadini è stata la presenza dell’ Effige Sacra Lauretana presso la Basilica di Sant’ Antonio a Messina. La Vergine di Loreto, proveniente dalla Chiesa del 41° Stormo e dell’aeroporto dell’ Aeronautica Militare di Sigonella, è stata portata in pellegrinaggio a Messina dal cappellano militare Don Paolo Solidoro che ha officiato la celebrazione eucaristica a cui, su iniziativa del segretario regionale Sicilia dell’ Associazione Tutela Forze di Polizia avv. Silvana Paratore, con la collaborazione dell’Aeronautica Militare di Sigonella, hanno partecipato Autorità civili, religiose e militari. La Madonna di Loreto Patrona dell’ Aeronautica Militare Italiana è simbolo del volo, metafora del viaggio della vita e dei tanti viaggi che gli uomini devono affrontare ha ricordato la Paratore nella sua introduzione al momento di preghiera. Tracciato il legame tra Aeronautica Militare e la Madonna di Loreto risalente alle origini del culto della Santa Casa di  Nazareth di Galilea in cui Maria nacque e ricevette l’ annuncio angelico. Piccola e immensa nel suo messaggio d’ amore , di vicinanza e di cura risuonato in modo forte in questi due anni di pandemia, ha detto durante l’ omelia Don Paolo Solidoro,  la Madonna di Loreto in pellegrinaggio verso le varie comunità della regione Sicilia e degli enti militari di appartenenza dell’ Aeronautica militare ha espresso gioia e  preghiera in quanti si sono affidati alla Sua protezione , risvegliando una Grande Fede. Presenti alla celebrazione eucaristica il Rettore della basilica di Sant’ Antonio Padre Mario Magro, l’assessore del comune di Messina Massimo Minutoli, il Commissario Gaetano Mira della Questura di Messina, il Capo teleposto di Messina dell’Aeronautica Militare Giovanni Capodivento che ha dato lettura della preghiera dell’Aviatore, il Capitano di Vascello Rosario Marchese comandante in II della direzione Marittima di Reggio Calabria, il Ten. Col (ris) della Guardia di Finanza Letterio Sciliberto, il Responsabile dell’ispettorato ripartimentale Foreste di Messina dott. Giovanni Cavallaro, l’infermiera volontaria della Croce Rossa di Messina Francesca Geria, Salvatore Bombardiere e Luigi Gravina in rappresentanza del 52 °Club Frecce Tricolore di Acireale, il Masci Messina 1 il Faro, la Guardia Costiera volontaria di Messina. A documentare la presenza dell’ effige Sacra con video e fotografie Lorenzo Porretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Invia un messaggio