Stagione balneare e tratti di mare non accessibili

Messina – Con la pubblicazione del decreto dell’Assessorato regionale della salute Dipartimento Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico avrà inizio il prossimo 1 maggio la stagione balneare che terminerà il 31 ottobre. Arriva in relazione l’ordinanza del sindaco Cateno De Luca che stabilisce le zone della costa dove la balneazione è vietata. I tratti di mare e di costa permanentemente non adibiti alla balneazione per inquinamento sono quelli compresi dalla foce del torrente Larderia al torrente Portalegni, per un tratto di 6400 metri; da 50 metri sud dall’ex ospedale Regina Margherita a 100 metri nord dalla foce del torrente Annunziata, per 630 metri; e da 100 metri a sud a 100 metri a nord del canale Lago Piccolo di Torre Faro per un tratto di 200 metri. Non sono inoltre balneabili le aree portuali tra il torrente Portalegni e via Brasile, per 8950 metri; e tra il porto di Tremestieri sino al torrente Larderia, per 1400 metri. Infine il divieto di balneazione vige anche per i tratti di mare e di costa interessati da immissioni di sbocco di canali, fiumi, torrenti e depuratori, dalla foce del torrente Giampilieri a 50 metri a nord dello stesso, per un tratto di 50 metri; e da 100 metri ad est del depuratore di Acqualadroni a 100 ad ovest per 200 metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Invia un messaggio