Kit fai da te per l’autodiagnosi del covid

Il tampone fai da te è stato inserito tra i dispositivi medici del ministero della Salute, dal mese di maggio sarà possibile fare un’autodiagnosi del coronavirus. Sostanzialmente si tratta di un test antigenico.
Ogni singolo kit costerà circa 6-8 euro e potrà essere acquistato nelle farmacie nei supermercati, nei negozi e in tutte le attività commerciali che vorranno commercializzarlo.
Il test per l’autodiagnosi si potrà effettuare con un tampone nella regione nasale che dopo circa 15 minuti ne rileverà l’esito. Occorre ribadire che il kit antigenico rapido non ha l’affidabilità di un test molecolare, ma è uno strumento ulteriore di diagnosi per lo screening di massa che permette con attendibilità di individuare le persone positive al Covid, anche in assenza di sintomi.
Il brevetto del prodotto è di Xiamen Boson Biotech (una società cinese) e a distribuirlo in Europa è il gruppo austriaco Technomed, che ha ottenuto la certificazione CE e ha già avviato la commercializzazione in diversi paesi europei.
In Germania il primo via libera ai test fai da te è arrivato a fine febbraio e costa solamente un euro. In Belgio i kit sono in vendita dal sei aprile nelle farmacie: si eseguono con un auto-prelievo solo nasale e in 15-20 minuti arriva la risposta. Il costo varia tra i 5 e i 10 euro. Negli Stai Uniti il tampone rapido fai da te è in funzione già dal mese di dicembre 2020. I primi però a sperimentare il tampone rapido in autodiagnosi sono stati gli inglesi. Già nel maggio del 2020, il governo ha annunciato il via libera alla sperimentazione di questo strumento. Il kit antigenico arriva direttamente a casa: occorrerà collegarsi sul sito dell’Nhs (il sistema sanitario del Regno Unito) e compilare la richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Invia un messaggio