Agriturismi e Covid, l’ex assessore Bandiera sollecita la Regione

Palermo – L’ex assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera, interviene sulla crisi Covid delle aziende siciliane e sprona il governo regionale a riproporre aiuti: “Le festività Pasquali ed i ponti del 25 aprile e dell’1 maggio, rappresentano, per gli agriturismi, i periodi di maggiori introiti e spesso contribuiscono in maniera determinante al bilancio annuale delle aziende. Consapevoli di ciò e considerata la chiusura che ha colpì gli agriturismi, gli agricampeggi e il blocco totale delle attività, subito dalle fattorie didattiche e scaturito dallo stop di ogni attività scolastica in presenza, lo scorso anno, attraverso la emissione, nel mese di ottobre, dell’Avviso 21, che mise a bando 5 milioni di euro, riuscimmo, in poche settimane, a far giungere, a 530 tra aziende agrituristiche e fattorie didattiche, un contributo, che nella quasi totalità dei casi ammontava a 7.000 euro, per ogni azienda, interamente a fondo perduto. Il tutto, con fondi comunitari del Programma di Sviluppo Rurale e quindi senza neanche gravare sul bilancio regionale. Il perdurare della pandemia e quindi delle chiusure di queste attività, non fa altro che riproporre il problema, ponendolo in maniera dirompente e certamente aggravato, in quanto, le aziende in questione, trascinano, con esse, le ferite di oltre un anno di inattività totale. Per tale ragione e certo delle sensibilità presenti in Regione, anche su questo comparto strategico per la Sicilia, invito il Governo della Regione, a voler riproporne, con immediatezza, quanto fatto lo scorso anno, anche approfittando delle procedure già collaudate che, cosa inusuale in varie parti del Paese, videro, in poche settimane, giungere nelle tasche degli agriturismi, degli agricampeggi e delle fattorie didattiche Siciliane, aiuti concreti, rapidi e significativi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Invia un messaggio