Alibrandi (Cisl) interviene sul “Raddoppio linea ferroviaria Messina-Catania”.

Messina – «L’aggiudicazione del contratto per la progettazione esecutiva e, soprattutto, l’esecuzione dei lavori di raddoppio della linea ferroviaria ad alta capacità Messina-Catania ha un duplice valore per il territorio». A dirlo è Antonino Alibrandi, segretario generale della Cisl Messina, dopo la notizia diffusa dal Consorzio Webuild. «Intanto – aggiunge Alibrandi – si entra nel vivo di un’opera infrastrutturale fondamentale per la mobilità dei siciliani ma non solo, alla luce anche della stazione ferroviaria inaugurata qualche giorno fa all’aeroporto Fontanarossa di Catania. Una volta completato il lavoro sui 28 chilometri tra Fiumefreddo e Giampilieri si accorceranno anche le distanze tra tutti i paesi della zona jonica con il comune capoluogo. Quindi l’investimento previsto di oltre un miliardo di euro consentirà di portare anche sul territorio messinese risorse che possono e devono trasformarsi in lavoro e reddito da redistribuire».

Alibrandi, però, sottolinea come per essere davvero un’opera che dia valore aggiunto occorre un confronto tra Gruppo Webuild, Istituzioni e sindacati affinché «le professionalità e le capacità dei lavoratori messinesi siano valorizzate. Per questo – è l’appello di Alibrandi – si lavori ad un protocollo per l’utilizzo della manodopera locale così da dare un segnale di ripartenza all’economia di un territorio stremato anche dalla crisi da Covid».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Invia un messaggio