Il terzo quartiere chiede all’amministrazione la creazione di orti urbani

Messina – Creare degli orti urbani nelle zone cittadine da sottoporre a risanamento: è la richiesta della terza municipalità, presieduta da Natale Cucè, presentata al sindaco Cateno De Luca e agli assessori al risanamento Salvatore Mondello, all’ambiente Dafne Musolino e ai servizi sociali Alessandra Calafiore. Tra le ragioni della proposta secondo il consiglio della terza municipalità: “la creazione degli orti potrebbe limitare l’espansione della cementificazione; si potrebbero valorizzare aree destinate al risanamento e in diverse città d’Italia e d’Europa esistono da anni orti urbani curati da singoli cittadini e associazioni, mentre a Messina non sono previste aree adibite”. Gli orti potrebbero nascere nei territori della municipalità per i quali è in programma un risanamento, il cui progetto dovrebbe prevedere anche la creazione di un’area dedicata, tra i luoghi prescelti: via Caltanissetta (a Bisconte), Fondo Saccà e Fondo Fucile.

La creazione degli spazi sarebbe seguita, poi, dalla scrittura di un regolamento per l’attività e dalla pubblicazione di un bando per l’affidamento dell’area a cittadini o associazioni. “È stato considerato -scrive la municipalità- che i suddetti orti urbani nascono sia per eliminare zone degradate della città, sia per favorire la socializzazione e sia per permettere la coltivazione di ortaggi e frutta non solo a basso costo ma con tecniche salutari e biologiche; che nel territorio della Terza Municipalità possono esserci alcuni territori ove si può dare vita agli orti urbani e alle attività che essi prevedono; che la creazione di orti urbani è un’occasione per accrescere il rispetto nei confronti dell’ambiente, della terra e nei prodotti che essa offre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Invia un messaggio