L’opposizione soddisfatta per la retromarcia dell’amministrazione Ingrillì sul Consuntivo 2019

dav

Capo d’Orlando – Al centro del dibattito politico di Capo d’Orlando ci sono le scelte circa la consistenza del FCDE (Fondo di Crediti dubbia Esigibilità). Le problematiche relative a tale Fondo risalgono negli anni e sono state persino rilevate con una nota del 2018 dalla Corte dei Conti. Ancora oggi, nè la Nota della Corte dei Conti ha avuto riscontro dall’amministrazione Ingrillì, nè tanto meno i reiterati solleciti da parte dei gruppi di opposizione rappresentati dai consiglieri Renato Mangano, Sandro Gazia, Linda Liotta e Felice Scafidi. Inoltre, già nel mese di dicembre, in occasione della discussione del Bilancio di Previsione 2020, era stata attenzionata dall’opposizione consiliare la circostanza dell’assenza del Rendiconto 2019 naturalmente propedeutico all’approvazione del Previsionale. A distanza di alcune settimane, poi, l’amministrazione attiva nell’approvare la proposta di rendiconto 2019 ha certificato tutti quegli errori di valutazione che i Revisori nei i verbali n.45 e n.46 hanno riconosciuto, condividendo le preoccupazioni dei gruppi di opposizione formalizzate, nel frattempo, da una corposa documentazione. Adesso che l’amministrazione Ingrillì con delibera di G.M. del 4 marzo scorso ha “formulare un atto di indirizzo demandando al responsabile del Servizio Economico Finanziario di apportare, ove possibile, misure correttive al Consuntivo 2019, in linea con quanto evidenziato dal Collegio”, i funzionari dell’ufficio Economico Finanziario dovranno in primis prendere atto dei rilievi formulati dal Collegio dei Revisori dei Conti; predisporre la proposta di revoca della, delibera di giunta municipale n. 187 del 12.12.2020, avente ad oggetto “approvazione schema di rendiconto 2019” ed in ultimo “riformulare un nuovo schema di rendiconto da sottoporre alla Giunta Comunale e da trasmettere al Collegio per la formulazione di una nuova relazione”. Di seguito il comunicato stampa con cui Opposizione Consiliare, nelle persone di Mangano, Gazia, Liotta e Scafidi, manifesta soddisfazione per l’esito positivo della battaglia politica denominata “Operazione Verità sulla grave situazione economica finanziaria del Comune di Capo d’Orlando”.

“La puntuale e chirurgica attività ispettiva ha indotto l’Amministrazione Ingrillì a porre rimedio sulle accertate e gravi violazioni di legge, che hanno interessato le proposte di deliberazione relative al Rendiconto 2019 e al Ripianamento del Disavanzo di Amministrazione.
Il ritiro degli atti amministrativi posti in essere dall’Amministrazione Ingrillì, frutto delle osservazioni, dei rilievi e delle proposte formalizzate anche all’indirizzo degli uffici competenti, peraltro sviscerate nella conferenza stampa di lunedì scorso e condivise nella loro interezza dal Collegio dei Revisori dei Conti, conferma la qualità politica e professionale dei richiamati gruppi politici di opposizione, impegnati a garantire i diritti legittimi degli amministrati.
Il risultato conseguito assume una valenza maggiore se collegato al voto contrario manifestato dall’opposizione, nel mese di dicembre, al bilancio di previsione 2020 che già presentava le note criticità che oggi hanno determinato, da parte della inadeguata Amministrazione Ingrillì, il ritiro delle summenzionate proposte di deliberazione.
È di solare evidenza che il “forzato ravvedimento politico” da parte del Sindaco Ingrillì certifica, in modo inconfutabile, il fallimento politico amministrativo finanziario delle amministrazioni attive che si sono succedute negli ultimi lustri.
Quando le Azioni Parlano, le Parole non Servono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Invia un messaggio